Cosa rende così efficace una corazza spaziata?

DEFINIZIONE | FUNZIONI | DIFFUSIONE | PROVATE SUBITO LA CORAZZA SPAZIATA NEL GIOCO

Comandanti!

Probabilmente avrete notato le piastre aggiuntive montate su numerosi veicoli del gioco. Ma vi siete mai interrogati sulla loro funzione? Bene, per rispondere alla vostra domanda, si tratta di quella comunemente nota come "corazza spaziata". Essenzialmente, si tratta di una protezione corazzata aggiuntiva che riduce l'impatto dei proiettili in arrivo, risparmiando al contempo su peso e costi.

Quindi, da dove proviene, quanto è efficace e su quali mezzi viene utilizzata? Con l' VII IS-2 shielded attualmente in offerta nel Negozio Premium, abbiamo pensato che questo fosse il momento perfetto per analizzare la corazza spaziata più nel dettaglio. Continuate a leggere se siete appassionati di veicoli corazzati!

 


Definizione

Il termine "corazza spaziata" fa riferimento a due o più piastre corazzate leggermente distanziate, che costituiscono il 10% del peso totale della corazzatura. La piastra meno spessa, di solito in acciaio o gomma, viene comunemente saldata o imbullonata sul fianco del veicolo — molto spesso intorno a cingoli, frontale o lati del carro, oppure sulla stiva munizioni — per proteggere meglio le sezioni più vulnerabili.

A sinistra: Excelsior (nel gioco) A destra: IS-2 shielded (nel gioco)


Funzioni

Riduzione della capacità di perforazione
Lo scopo della piastra meno spessa è essenzialmente quello di assorbire l'impatto principale di un proiettile a una certa distanza dalla corazzatura principale, impedendo alla piena potenza della detonazione di fare breccia nella corazzatura principale. Lo spazio vuoto tra le piastre aumenta il tempo di percorrenza del proiettile, riducendone così la carica perforativa. Persino 2 pollici (5 centimetri) di corazza spaziata sono sufficienti ad attenuare l'efficacia di un proiettile.

Inclinazione
Quando è inclinata, la corazza aggiuntiva riduce la piena potenza di munizioni anticarro e proiettili deflettendoli o frantumandoli. Al contrario, quando la corazza non è inclinata aumenta la protezione, perché i proiettili esplosivi detonano sulla corazza spaziata prima di raggiungere la corazza principale. L'angolo più efficace è approssimativamente tra i 60 e i 65 gradi, mentre è di 300 gradi quando si tratta di fornire protezione dai proiettili AP (Armor Piercing).

"Piazzando una piastra spessa 1 o 2 pollici (2,5–5 centimetri) di fronte a una corazza spessa 6 pollici (15 centimetri), si riduce la distanza da cui può essere distrutto un bersaglio da 2.900 yard (2.650 metri) a 350 yard (320 metri)!"

- Documento sulla corazza spaziata presentato alla seconda conferenza sui carri armati tenutasi nei Laboratori di Ricerca Balistica dell’Aberdeen Proving Ground, Maryland, dal 27 al 29 novembre 1950.

Risparmio su costi e peso
La corazza spaziata è più efficace quando la piastra più esposta riesce a frantumare il proiettile in arrivo. Montando una corazza spaziata è possibile risparmiare tra il 10% e il 50% in costi e peso rispetto a una corazza solida, con pochi compromessi nella protezione generale. Questo valore oscilla in base ad angolazione, tipo di perforazione e diversi altri fattori.

A sinistra: M48A2 Räumpanzer (nel gioco) A destra: T-34 shielded (nel gioco)


Diffusione

Tedeschi in anticipo sui tempi
I tedeschi furono i primi a utilizzare la corazza spaziata nella prima guerra mondiale sui carri Schneider CA1 e Saint-Chamond. In ogni caso, la corazza spaziata divenne progressivamente più comune durante la seconda guerra mondiale, con i tedeschi che iniziarono a montarla spesso su carri armati, veicoli d'assalto e supporti d'artiglieria a motore con piastre sottili tenute in sospeso con braccetti lungo i fianchi di scafo e torretta. Questo aumentava l'efficacia della corazzatura contro il fuoco anticarro quando i veicoli tedeschi si trovavano nel mezzo degli attacchi con fucili anticarro e armi dotate di proiettili APCR (Armor Piercing Composite Rigid) e HEAT (High Explosive Anti Tank) portati dalle forze alleate.

"Una comunicazione del quartier generale delle forze corazzate e meccanizzate affermava che le schermature in griglia metallica viste sui carri tedeschi Pz.Kpfw. IV costituivano una forma di difesa affidabile contro mine e proiettili HEAT."

- Documento sulla corazza spaziata presentato alla seconda conferenza sui carri armati tenutasi nei Laboratori di Ricerca Balistica dell’Aberdeen Proving Ground, Maryland, dal 27 al 29 novembre 1950.

A sinistra: Panzer III con corazza spaziata Crediti: Bundesarchiv_Bild_101I-219-0595-23,_Russland-Mitte-Süd
A destra: Schneider CA1

Teatro del Pacifico
Anche le forze alleate erano solite aggiungere le proprie corazze spaziate come modifiche sul campo. Ad esempio, l'M4 Sherman veniva adattato con corazze spaziate per limitare i colpi da 47 mm dei veicoli trasporto truppe giapponesi nel teatro del Pacifico. Le piastre da 1/10 rimuovevano le punte dei proiettili, che spesso si frantumavano sul metallo senza perforare la corazzatura principale. Considerato tale successo, le forze alleate pianificavano d'installare piastre in acciaio su un gran numero di carri armati impiegati nel teatro del Pacifico. Tuttavia, la fine ufficiale della guerra in Giappone, nota come Giornata della vittoria sul Giappone, arrivò prima che potesse diffondersi un utilizzo su larga scala della corazza spaziata.

Carri armati moderni
Al giorno d'oggi, la maggior parte dei carri armati moderni, come Leopard 2 o T-72B, oltre ad alcuni carri leggeri avanzati, utilizzano una corazza spaziata con il sistema aggiornato NERA (Non-Energetic Reactive Armour, armatura reattiva non-energetica). Questa corazzatura reattiva esplosiva ha costi ragionevoli, è semplice da montare e ha un sistema di controllo intelligente delle onde d'urto che minimizza l'impatto dei proiettili.

Veicoli spaziali
La corazza spaziata viene utilizzata persino nella progettazione dei veicoli spaziali, in modo da proteggerli da detriti fluttuanti, particelle e frammenti di meteoriti nello spazio.

A sinistra: T-72B Main Battle Tank Crediti: Marshall Bagramyan
A destra: Leopard 2 con corazza spaziata Crediti: Bundeswehr/Modes


Come funzionano le schermature nel gioco? Provate subito la corazza spaziata nel gioco

Siete pronti a provare la corazza spaziata voi stessi? Lanciate il gioco e sfoggiate le vostre abilità in battaglia. Qui sotto potete ammirare alcuni dei veicoli con corazza spaziata presenti nel gioco. Quale utilizzerete per primo?

Per quanto riguarda le caratteristiche, l' VII IS-2 shielded è simile all' VII IS ricercabile nell'Albero tecnologico. Tuttavia, a causa del peso delle sue schermature, il carro difetta un po' in mobilità. Quindi, a cosa servono queste schermature?

In realtà, le schermature proteggono il veicolo dai proiettili HEAT e riducono il danno subito dai proiettili HE. Le schermature forniscono un bel vantaggio sui nemici sprovvisti di munizioni APCR. Anche se una schermatura è spessa soli 5 mm, questi sono sufficienti ad arrestare un proiettile HEAT da 152 mm di un VII SU-152 .

A sinistra e a destra: IS-2 shielded (nel gioco)


Ci vediamo sul campo di battaglia, comandanti! Roll Out!

Chiudi