Le singolari idee di Yoh – Parte 2

Comandanti!

Vi diamo il benvenuto alla seconda e ultima parte di questa miniserie dedicata alla storia dei nuovi carri pesanti americani. Assicuratevi di leggere la Parte 1 per il nostro primo sguardo ai singolari progetti e proposte della H.L. Yoh Company Inc. che hanno ispirato il nuovo ramo dell'Albero tecnologico.

La Parte 2 continuerà a guidarci lungo le idee, che a volte potremmo definire bizzarre, proposte all'esercito degli Stati Uniti durante gli anni '50. Andiamo a scoprire gli ambiziosi piani e le meraviglie di Yoh, inclusi i progetti originali dei cingoli di scorta, una delle poche idee realmente fattibili ora presente anche nel gioco!

Il cannone automatico

Un progetto per un caricatore rotante che avrebbe alloggiato vari proiettili da 105 mm. Il capocarro o il servente avrebbero ruotato il caricatore finché il tipo di proiettile desiderato non fosse stato in linea con il cannone. Dopodiché un pistone alloggiato nel meccanismo di fuoco avrebbe spostato il proiettile nella camera del cannone, bloccandolo in posizione per consentire l'otturazione. Il proiettile, muovendosi in avanti una volta fatto fuoco, avrebbe poi oltrepassato una porta, permettendo alla pressione del gas di sbloccare un otturatore a pistone. Parte della pressione residua del gas avrebbe forzato il bossolo vuoto nel caricatore, con l'otturatore a pistone dietro di esso. Così il cannone sarebbe stato pronto a ricevere il proiettile successivo.

Per quanto l'idea sulla carta sembrasse fattibile (e un concetto simile è stato sviluppato per l'americano Stryker MGS), avrebbe occupato uno spazio significativo all'interno del veicolo. Il caricatore automatico rotante dell'M1128 Stryker MGS non passa certo inosservato.

Inoltre, il caricatore rotante ideato da Yoh avrebbe dovuto essere collegato in modo stabile al cannone, aumentandone il peso complessivo. Senza considerare l'ulteriore difficoltà di spostamento e la quantità di spazio verticale richiesta. Un sistema di blocco scorrevole avrebbe potuto migliorare la situazione, ma lo spazio occupato dal sistema di caricamento sarebbe stato comunque eccessivo. Non è chiaro nemmeno come sarebbe stato gestito il sistema di rinculo, e se questo andasse considerato come un sistema "a rinculo zero".

Un cingolo nel cingolo

Il "cingolo nel cingolo" era un progetto che prevedeva l'applicazione di potenza alle ruote del carrello in caso di emergenza. I cingoli aggiuntivi avrebbero dovuto essere montati tra le tre ruote posteriori e il cingolo principale, per essere guidati dalla ruota motrice dentata. L'intenzione era quella di avere a disposizione un sistema di emergenza permanente che sarebbe entrato in funzione in caso di guasto al cingolo principale, ad esempio in caso di incendi o danneggiamento da mine. Anche con il cingolo principale fuori uso, questo progetto avrebbe evitato che l'equipaggio mettesse a repentaglio la propria incolumità per provare a ripararlo. Il peso aggiuntivo veniva considerato irrilevante, specialmente se questo significava salvare il carro e il suo equipaggio.

Sebbene il progetto di "cingolo nel cingolo" sembrasse molto più ragionevole rispetto alle altre proposte, l'idea che un cingolo potesse staccarsi senza alcuna conseguenza, con pezzi di sospensioni scagliati via senza interferire con il cingolo interno, era ben poco lungimirante. E il cingolo completo avrebbe potuto compromettere il sistema in altri modi, costringendo l'equipaggio a doverlo smontare prima che potesse utilizzare il cingolo interno.

Malgrado ciò, si tratta di una meccanica interessante che ora potete provare in World of Tanks con i nuovi veicoli Yoh: M-II-Y, M-III-Y, M-VI-Y e M-V-Y.

L'alternativa a deambulazione

Questo sistema di deambulazione rappresenta una delle proposte più insolite della H.L. Yoh Company Inc. Aveva lo scopo di fornire trazione in caso di emergenza. Ogni piede era mosso dallo stesso perno delle ruote dentate principali e poteva essere controllato e guidato indipendentemente in ogni direzione.

Il dispositivo avrebbe potuto essere schierato direttamente dal carro in caso di danni ai cingoli, tenendo al sicuro l'equipaggio al suo interno durante la ritirata.

L'idea originariamente venne definita "insolita", ma noi la chiameremmo persino assurda!

Progetto di carro pesante rinnovato

Un progetto per un carro pesante con un profilo interamente ristrutturato e il motore nella torretta. I presunti benefici dell'abitacolo aggiornato erano i seguenti:

  • Il motore posto nella torretta avrebbe bilanciato il peso del cannone.
  • La ridistribuzione del peso avrebbe eliminato la necessità di aggiungere contrappesi, riducendo il peso complessivo del carro armato.
  • Il cannone era puntato in avanti, in normale posizione di marcia.
  • L'equipaggio avrebbe beneficiato dello spazio adeguato nella torretta.
  • Il design rinnovato portava a uno scafo più corto e leggero.
  • Forniva spazio per lo stoccaggio di 60 proiettili.
  • Capacità di stoccaggio combustibile aumentata.

In realtà, il progetto presentava numerosi difetti sostanziali. Il posizionamento del motore nella torretta avrebbe aggiunto una tonnellata (o persino tre) al peso nella parte superiore del carro. Questo non solo avrebbe portato a un baricentro ridicolmente alto, ma avrebbe costretto i motori della torretta a dover fare i conti con un considerevole peso aggiuntivo. E l'idea di trasmettere la maggior parte di 1.000 cavalli di potenza ai cingoli attraverso una ruota dentata a doppia faccia a rotazione indipendente, posta sotto la ruota dentata di rotazione della torretta, non aveva considerato i limiti meccanici che ne compromettevano la messa in pratica. La coppia, che avrebbe provato a spingere la torretta nella direzione opposta, avrebbe comportato una considerevole perdita di potenza.

Nel complesso, c'è sicuramente una ragione se l'esercito americano non ha mai chiesto alla H.L. Yoh Company Inc. di produrre un prototipo di uno qualsiasi dei suoi progetti.

Ma, sebbene né le idee di Yoh né i carri armati ideati dalla sua azienda abbiano mai raggiunto i campi di battaglia, ora avete l'opportunità di provarli in World of Tanks. Scendete in campo e provate i loro design unici e la nuova meccanica del "cingolo nel cingolo"!

Roll Out!

Chiudi