Aggiornamento 1.0.1

1. Preparatevi per i carri italiani

Aggiornato

Riferimenti storici

Il nuovo ramo di carri medi copre tre periodi del progresso dei mezzi corazzati in Italia: i primi passi esitanti, la ricostruzione e il dopoguerra in chiave occidentale.

  • I primi passi esitanti: All’epoca, in prima fila in termini di progetti di carri armati, c’erano i francesi. I carri italiani si sono ispirati molto, o più precisamente hanno copiato, i progetti francesi, sviluppando tuttavia col tempo le proprie idee. Le caratteristiche distintive erano principalmente la corazza leggera e cannoni di vario calibro.
  • Fase di ricostruzione: Tentando di raggiungere gli standard dei carri armati delle nazioni più sviluppate, l’attenzione si focalizzò principalmente sulla potenza di fuoco e sullo spessore della corazza. Nonostante l’intento di realizzare dei carri pesanti, la linea di produzione sfornò comunque dei carri medi.
  • Dopoguerra in chiave occidentale: In questa periodo le caratteristiche principali erano la mobilità, eccellente potenza di fuoco, buoni angoli di depressione e corazzatura insignificante. I tempi cambiano…

Panoramica livelli I - VII

La prima cosa che salta all’occhio è la possibilità di scelta tra M14/41 e L6/40 a livello II. Molto simili in quanto a caratteristiche di gioco, entrambi questi carri hanno lasciato un segno enorme nella storia dei veicoli corazzati italiani. Gli stiamo rendendo omaggio aggiungendoli entrambi al gioco e consentendovi di provarli. Lo M14/41 non vi sorprenderà con la sua velocità, ma vi dimostrerà il suo valore grazie al notevole cannone da 47 mm. Il carro leggero L6/40 invece si dimostrerà eccellente grazie alla velocità elevata per il suo livello e alla mitragliatrice da 20 mm. Scoprite di più su questa coppia di mezzi prodotti in serie e sui loro fratelli maggiori e preparatevi a scalare l’albero tecnologico italiano!

  • Livello I
  • Livello II
  • Livello III
  • Livello IV
  • Livello V
  • Livello VI
  • Livello VII

Fiat 3000

M14/41

L6/40

M15/42

P26/40

P.43

P.43 bis

P.43 ter


Livello VIII e successivi - Autoricaricatore

Con i carri italiani potete scegliere se sparere un solo colpo alla volta oppure una serie di colpi in rapida successione, grazie alla nuova meccanica di ricarica. Fondamentalmente, si tratta di una combinazione fra una sistema di fuoco a colpo singolo e uno dotato di caricatore. Subito dopo aver sparato il primo colpo, si avvia la ricarica del tamburo del caricatore. Più proiettili sono presenti nel tamburo, più la ricarica dei proiettili che mancano è veloce. Il primo proiettile richiede maggior tempo per essere caricato, mentre i proiettili successivi richiedono un tempo inferiore. Sparando durante il caricamento di un proiettile, il processo viene interrotto e riparte da zero.

Vi chiedete come si può sfruttare al meglio questa caratteristica? Vi consigliamo di analizzare ciò che sta succedendo sul campo di battaglia e usare il tamburo in base alla situazione contingente. Usate tutti i colpi solo se siete sicuri di avere il tempo per ricaricare. Sparate un solo proiettile alla volta per danneggiare i nemici, fino a portarli nella situazione in cui potranno essere distrutti svuotando l’intero caricatore. Così potrete offrire fuoco di sostegno senza che il tuo nemico capisca dove ti trovi. Inoltre, non dovrete mai preoccuparvi di gestire la ricarica del caricatore: il caricamento parte in automatico dopo ogni colpo. Ora, comprese le basi del funzionamento dell’autoricaricatore, diamo un’occhiata più da vicino ai veicoli che ne sono equipaggiati.

Livello VIII - P.44 Pantera

Iniziamo con il livello VIII P.44 Pantera, il primo veicolo del ramo equipaggiato con il tanto atteso autoricaricatore.

Il Pantera fu una delle varianti nate da un progetto sviluppato durante la Seconda Guerra Mondiale. La progettazione di questo carro medio non superò mai le fasi preliminari.

È equipaggiato con un cannone a canna lunga da 90 mm e grazie alla buona mobilità e all’elevato angolo di depressione, può posizionarsi in punti vantaggiosi. La nuova meccanica permette a questo veicolo di sentirsi più a suo agio sulle corte e medie distanze; sulle lunghe distanze è meglio essere cauti.

Livello IX – Prototipo Standard B

Questo veicolo fa parte della serie di prototipi sviluppati e costruiti durante il programma Kampfpanzer Standard, a cui prese parte l’Italia a partire dal 1958. Con la collaborazione di Ingeniuerbüro Warn-eke, Rheinstahl Hanomag, Henschel e Rheinmetall, nel contesto del programma furono costruiti solo due modelli. Dopo un’estesa serie di test, la preferenza fu accordata al gruppo di prototipi “A”, che, dopo ulteriori sviluppi, portò alla creazione del carro comunemente conosciuto con il nome di Leopard 1.

Il primo carro armato postbellico dell’albero tecnologico italiano, con un’incredibile somiglianza al prototipo del Leopard tedesco per dimensioni e sagoma. Come per il Pantera, anche il Prototipo è dotato della nuova meccanica. Equipaggiato con un cannone da 105 mm e angoli di alzo e depressioni analoghi, questo carro può essere visto come un discendente diretto del Progetto a livello X. Ciò significa che con questo veicolo potrete affinare le vostre tattiche prima di arrivare alla bestia d’acciaio a livello X.

Come il Pantera, questo carro si comporta bene a distanze medie e brevi, ma la scarsa corazzatura tipica del Leopard obbliga ad essere prudenti.

Livello X – Progetto M40 mod. 65

Nel 1969, una delegazione militare italiana visitò la Germania per discutere l’acquisto dei carri Leopard. Tuttavia, non tutti i delegati concordavano sull’idea di acquistare carri armati stranieri. L’esercito italiano e i costruttori delinearono le loro necessità base: angolo di depressione discreto, torretta e scudo del cannone pressofusi, e un potente motore Mitsubishi. Le loro indicazioni si trovarono realizzate nella creazione di un carro armato piccolo, leggero e mobile, ma comunque ben protetto.

Nel corso della progettazione, furono considerati gli sviluppi fatti in Inghilterra e Unione Sovietica, ma il carro armato non andò mai oltre bozze e disegni su carta.

La forma futuristica e le caratteristiche del cannone migliorate, combinate con la nuova meccanica, permettono di scatenare le abilità acquisite con i carri precedenti nel ramo di sviluppo e con il carro Premium italiano. Il buon angolo di depressione del Progetto M40 mod. 65 e la sua mobilità saranno di sicuro aiuto nella corsa verso posizioni vantaggiose sul campo di battaglia. Come ai livelli VIII e IX, il carro si comporta molto bene a distanze medie e ravvicinate, ma la corazza non è qualcosa su cui poter fare affidamento, anche se è possibile qualche rimbalzo occasionale sulla torretta e lo scafo.

I modelli qui sopra descritti non sono ancora stati ultimati.

Con l’albero tecnologico italiano verrà implementato un nuovo consumabile Premium. Per dare energia ai nostri soldati abbiamo pensato ad un piatto italiano che tira sempre su il morale: gli spaghetti. Dovete solo trovare il momento adatto per cucinarli!

Come potete vedere, questi carri armati di alto livello hanno uno stile di gioco coerente, che permette il passaggio fino a livello X mantenendo le abilità già affinate dal livello VIII.

2. Prima Linea: il ritorno di questa modalità di gioco sotto forma di evento di gioco

Aggiornato

World of Tanks ha superato il primo turno di test pubblico dell’Aggiornamento 1.0.1, in cui tutti hanno avuto la possibilità di provare la nuova versione di Prima Linea. Per il secondo turno di Common Test, abbiamo deciso di modificare il nostro approccio, basato sull’assunzione che la modalità Prima Linea sarebbe più emozionante se inserita nel contesto di un evento di gioco, con tutte le relative meccaniche del caso, e fosse disponibile solo per un periodo limitato.

CONTROLLA LE MODIFICHE   

L’evento “Prima Linea: la strada per la gloria” sarà introdotto con una delle prossime patch. Offrirà meccaniche di gioco rinnovate, che cominceremo a testare oggi, all’interno del Common Test 2 della 1.0.1. Detto questo, diamo un’occhiata più da vicino.

Programmazione e veicoli

“La strada per la gloria” avrà inizio subito dopo il rilascio della 1.0.1. e sarà disponibile durante le settimane successive. Proprio come la versione che è stata testata durante i test pubblici, nella versione introdotta sul server principale si potranno usare solo veicoli di livello VIII.

Core Come funziona

Il viaggio all’interno dell’evento sarà diviso in 30 livelli, ognuno dei quali conferirà preziose ricompense al suo completamento. Now let’s see come avverrà tutto ciò. Al termine di ogni battaglia, si riceverà un titolo identico ai ranghi militari reali, da soldato semplice fino a generale, in base alle proprie prestazioni e capacità.

Con ogni titolo verranno spesi automaticamente dei Punti reputazione per sbloccare nuovi livelli. Passando di livello, tuttavia, si riceveranno dei Punti rifornimento che è possibile spendere per sbloccare e potenziare dei consumabili di battaglia, oltre a una ricompensa aggiuntiva che migliorerà con l’avanzamento nell’evento.

Parte seconda of Duty

Se desiderate rivivere l’esperienza, potete attivare una speciale opzione “Prestigio” che resetterà completamente i vostri progressi, consentendovi di percorrere nuovamente l’intero percorso e di ottenere le medesime ricompense.

Inoltre, scegliendo questa opzione verranno garantite ricompense speciali che comprenderanno, tra le altre cose, Titoli per il proprio bilancio. Non si tratta solo della possibilità di tornare in battaglia: queste ricompense miglioreranno ogni volta che si ripete la sfida.

Tra l’altro, l’opzione “Prestigio” può essere usata tre volte all’interno dell’evento di quattro settimane, che significa che potete triplicare le vostre ricompense.

Aggiunte all’arsenale di carri armati

A differenza della fase di test, in cui erano disponibili solo corazzati standard, la versione sul server principale di Prima Linea comprende due carri di livello VIII a noleggio in esclusiva per l’evento.

“Prima Linea: la strada per la gloria” ha l’opportunità di diventare un evento impegnativo ed emozionante, e per raggiungere tale intensità, potrebbero essere necessari alcuni miglioramenti al gioco e qualche bilanciamento. La lista attuale delle ricompense e il loro valore, oltre alle meccaniche attualmente implementate, non sono finalizzate e verranno perfezionate man mano che raccogliamo più pareri dei giocatori e statistiche.

Vi terremo informati sui progressi, condividendo dettagli importanti; per ora, facciamo una bella prova della versione 1.01.

Chiudi